W3C SITE VERSION
Confederazione Svizzera - UFSPO Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero
Weekend sportivo per famiglie
spaziatore
spaziatore

In crescita di consensi il fine settimana di sport per le famiglie

 

Il fine settimana sportivo organizzato dall’Ufficio dello sport in collaborazione con il CST per le famiglie di Zugo è sempre più apprezzato, come mostra il primo bilancio intermedio. Visti i consensi raccolti, l’offerta verrà riproposta anche nel 2015, dal 4 al 6 settembre. 

 

Questo progetto pilota, lanciato nel 2012 e limitato al Cantone di Zugo, fa parte di un vasto programma di promozione dello sport sostenuto dall’Ufficio federale dello sport (UFSPO). Espressione tangibile del partenariato che da anni il Cantone della Svizzera centrale intrattiene con il CST, permette alle famiglie residenti di avvicinarsi, sull’arco di due giornate, a nuove discipline sportive o di approfondire le proprie competenze sotto la supervisione di professionisti.

 

Le attività vengono organizzate nelle moderne strutture del centro nazionale che si affaccia sul Lago Maggiore e spaziano dalle discipline acquatiche come vela, canoa, surf, stand-up paddling e tuffi, alle arti marziali come judo e jiu-jitsu, passando per i classici sport che si praticano all’aperto, ad esempio rampichino, tennis, arrampicata o inline skating o altre discipline meno popolari come scherma, squash e tiro con l’arco. I partecipanti indicano le loro preferenze (due o tre) al momento dell’iscrizione. I gruppi vengono formati in base alla disponibilità degli istruttori e al numero di iscritti.

 

All’iniziativa, che figura nel programma dell’Ufficio dello sport del Canton Zugo dal 2012, hanno finora partecipato 109 persone di cui 61 ragazzi d’età compresa tra 7 e 14 anni: «I feed-back dei genitori e dei ragazzi sono assolutamente positivi», afferma Beat Friedli, collaboratore dell’Ufficio dello sport che si occupa dell’organizzazione insieme al collega del CST Alessandro Lava. Friedli ammira i ticinesi per come, con professionalità e senso pratico, riescono a entusiasmare principianti e non alla pratica delle varie discipline. Stephan Schleiss, direttore del dipartimento dell’educazione, apprezza questo fine settimana perché riunisce grandi e piccoli nel segno dello sport mettendo l’accento soprattutto sul divertimento e lo scambio, oltre che sulle prestazioni. Spera però anche che qualche partecipante ne tragga spunto per iscriversi all’una o all’altra società sportiva locale. Per molti, questa iniziativa ricorda i tradizionali campi estivi che il Cantone organizza al CST dal 1967 e ai quali hanno finora partecipato circa 11 000 ragazzi.

 

I costi per questo fine settimana ammontano, a seconda del numero di iscritti per famiglia, pernottamenti e attività, tra 310 e 540 franchi (vitto e alloggio inclusi). I partecipanti alloggiano in camere da 2, 4 o 6 letti nell’ostello «Sasso Rosso» o in una – non meno confortevole – tenda militare e fanno capo alla mensa del centro. Questa iniziativa offre vantaggi a tutti: gli ospiti possono seguire un programma sportivo variato con un ottimo rapporto prezzo-qualità, mentre i ticinesi possono garantire un’occupazione ottimale di questa struttura.

 

 

Prossimo fine settimana sportivo a Tenero:

Da venerdì 4 settembre a domenica 6 settembre 2015

www.zug.ch/sport

spaziatore

Tante discipline a tanto divertimento

 

Abbiamo sentito parlare per la prima volta del week end sportivo per le famiglie a Tenero in occasione del forum dello sport di Zugo. I bambini hanno accolto la notizia con grande entusiasmo e, curiosi come sono, hanno subito consultato il sito del CST alla ricerca delle varie discipline sportive. Dopo aver scelto le discipline è iniziata una lunga attesa. Poco a poco i mesi si sono trasformati in settimane e poi giorni e infine è arrivato il giorno della partenza.

 

Alcuni di noi si sono sentiti trasportati indietro nel tempo all’arrivo al CST. Sono ritornati in mente i corsi fatti a Tenero e al check-in alcuni visi erano ancora impressi nella memoria. Dei monitori competenti e molto pazienti ci hanno introdotti nella varie discipline, molte delle quali mai praticate prima. Ci siamo divertiti molto. Abbiamo avuto l’occasione di praticare degli sport individualmente o con un monitore approfittando degli ottimi impianti. Oppure anche di osservare i professionisti in azione. Il week end è stato un successo non solo per il tempo favoloso e per il cibo variato e di ottima qualità, ma anche perché abbiamo avuto l’occasione di incontrare molte persone interessanti.

 

Vogliamo perciò ringraziare di cuore tutti coloro che ci hanno seguiti e assecondati, gli organizzatori e i monitori. To be continued…? Yeeeeeesss!!

 

D. Brunner

 

 

Lo scetticismo iniziale spazzato via dall’entusiasmo

 

Mio papà mi ha proposto di trascorrere il fine settimana facendo un po’ di sport a Tenero. Non conoscevo il Centro sportivo: ero contenta di andarci, ero curiosa di scoprire com’era ma avevo anche un po’ di apprensione. Quando sono arrivata venerdì sera, ho scoperto che non avrei dormito in una tenda come mi aveva detto mio papà ma in una camera. Già, a mio papà piace sempre scherzare.  Sabato mattina ho potuto provare a fare sub con le bombole. Prima abbiamo guardato un video e seguito la parte pratica, poi siamo andati in piscina dove abbiamo scelto le pinne e le maschere. Max, l’istruttore, ci ha fatto indossare le bombole, ci ha ripetuto quello che dovevamo sapere e ci ha spinti in acqua. Sul primo mi sono spaventata un po’ ma poi ho capito che con l’equipaggiamento respiravo bene anche sott’acqua. È una sensazione fantastica muoversi nell’acqua come un pesce. Mi sono divertita molto e vorrei rifarlo, magari al mare dove l’acqua è più calda e si possono vedere tanti pesci colorati.  Nel pomeriggio non c’era più tempo per pensare al mare: era tempo di montagna! In programma c’era il corso di arrampicata che ho trovato molto interessante. Dopo che ti sei arrampicato un paio di volte sulla parete, senti i muscoli che fanno male. Ho capito in fretta che mi sento meglio nell’acqua che in cima a una montagna. Anche per questo non vedevo l’ora di iniziare il programma di domenica mattina. Mi aspettava di nuovo uno sport acquatico, lo stand-up paddling. All’inizio mi sentivo molto instabile. Non avevo nessuna voglia di finire nelle acque frescoline del lago, ma poi è successo comunque e allora mi è stato chiaro perché ci avevano fatto indossare tute di neoprene. Però, una volta che ti sei bagnato, il divertimento è doppio e ti senti più sicuro sulla tavola: sei già caduto e quindi non ha più paura che ti succeda. Noi bambini potevamo stare in due o anche in tre sulla tavola e naturalmente siamo finiti tutti un paio di volte in acqua. In ogni caso è stato divertentissimo! Peccato che il corso è finito troppo in fretta. Mi piacerebbe tanto avere una tavola tutta mia e trascorrere molte ore sul lago o magari anche sul fiume.  Oltre a conoscere queste tre discipline sportive, abbiamo giocato a calcio, a tennis e a ping-pong. Abbiamo noleggiato le bici per fare un giro per tutto il Centro e siamo stati perfino nella pista di BMX.  Il mio scetticismo iniziale è stato spazzato dall’entusiasmo e spero tanto di poter trascorrere di nuovo un fine settimana come questo. In questa estate così umida, ho apprezzato molto i due giorni di caldo e di sole a Tenero, dove ho conosciuto tante persone gentili e simpatiche. 

 

Carola, 10

 

 

spaziatore

 

Contatto

Ufficio dello sport Canton Zugo

Beat Friedli

E-mail
Tel.: +41 41 728 35 52

spaziatore

© CST – Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero – Contact – CreditsRegular versionW3C versionPrint version – Last page update: 06.11.2014

Ufficio federale dello sport UFSPO – 2532 Macolin