W3C SITE VERSION
Confederazione Svizzera - UFSPO Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero
Scuola La Broye
spaziatore
 
 
spaziatore

Come a casa nostra

 

Da una decina d’anni la scuola media di La Broye organizza in gennaio un campo polisportivo al CST. Il clima di Tenero in questo periodo dell’anno consente di praticare attività sportive sia invernali che estive. Abbiamo intervistato il responsabile del campo, Samuel Terrapon.

 

Quali sono i motivi che vi spingono a venire in gennaio a Tenero?

Samuel Terrapon: la quarta settimana di gennaio nella nostra scuola è dedicata ad attività sportive e culturali. Una decina d’anni fa abbiamo pensato di organizzare un campo polisportivo per gli alunni che non sanno sciare o che avevano già partecipato a diverse settimane bianche negli anni della scuola primaria. Considerato il periodo dell’anno dovevamo avere a disposizione palestre sufficienti per la riuscita delle attività, ed ecco che il mio predecessore si è dato da fare per organizzare il campo qui a Tenero.

 

Quali sono i vantaggi di questa scelta?

Il CST è in grado di offrire una gamma vastissima di impianti e attività. Basti pensare che i nostri alunni nel corso della settimana praticano ben venti sport differenti, senza mai ripeterne uno. Oltre a ciò a inizio anno o comunque nel periodo invernale a Tenero le presenze sono ridotte e non certo paragonabili a quelle estive, quando il CST è ai limiti delle sue capacità. Ecco quindi che abbiamo a disposizione tutto lo spazio necessario, anche se talvolta si rendono necessari dei piccoli aggiustamenti di programma. Il posto, gli edifici, il vitto, l’accoglienza, la disponibilità dei collaboratori, tutto contribuisce a far sentire a casa l’ospite che arriva a Tenero.

 

Come giudica l’offerta del CST durante il periodo invernale?

Anche se un po’ meno variata che in estate, in quanto non si possono praticare attività nautiche o sport all’aperto (ma poi noi siamo sempre riusciti a fare arrampicata, calcio o baseball all’aperto), l’offerta proposta a Tenero è enorme. Ci sono tutti gli sport da palestra, gli attrezzi necessari, le bici, i pattini a rotelle e tanto altro ancora. Il materiale è molto ben tenuto e copre praticamente tutti gli sport.  

 

Quali criteri seguite per preparare il programma sportivo?

Il criterio principale è quello della varietà delle attività proposte, perché vogliamo che gli allievi sperimentino sport che non hanno mai avuto modo di praticare. Al di là di questo aspetto polisportivo un altro criterio è quello di un risveglio del piacere nella pratica di sport «abituali» e conosciuti, svolti sotto forma di piccoli tornei.

 

Perché non prevedete anche delle giornate sulle piste da sci?

Come dicevo prima lo scopo del campo al CST è proprio quello di proporre un’alternativa ai campi di sport sulla neve organizzati dalla nostra scuola, che sono già tre.

 

Sarebbe utile poter disporre di materiale per la pratica di sport invernali sulla neve o sul ghiaccio?

In un certo modo sì, ma per i motivi che ho esposto in precedenza una tale eventualità non è per noi prioritaria.

 

Si sentirebbe di consigliare ai suoi colleghi di organizzare un campo invernale a Tenero?

Assolutamente sì! In tal modo si può ampliare l’offerta proposta agli allievi e trovare alternative valide alle classiche settimane bianche. Organizzare un campo invernale a Tenero non è particolarmente complicato e i prezzi sono relativamente bassi. E infine si deve venire almeno una volta al CST, non foss’altro che per il paesaggio!

spaziatore
spaziatore

© CST – Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero – Contact – CreditsRegular versionW3C versionPrint version – Last page update: 01.04.2015

Ufficio federale dello sport UFSPO – 2532 Macolin