print preview

Campi da FIFA

Grazie a una cura meticolosa e a una falciatrice elicoidale guidata tramite GPS, il CST è in grado di predisporre campi da calcio in grado di sorprendere la nazionale tedesca under 20 e giocatori del calibro di Andriy Shevchenko.

L’importanza di un manto erboso di qualità
Per predisporre dei terreni preparati a regola d’arte è necessario seguire un procedimento preciso e laborioso. Solo per il taglio del prato ogni settimana si impiegano fino a 50 ore lavorative, così da mantenere l’erba tra i 20 e i 25 millimetri, corrispondenti agli standard FIFA. Un’attenzione particolare è rivolta anche alle opere di bucatura e sciabolatura, che permettono al terreno di «respirare» meglio perché apportano maggiore ossigeno alle radici del manto erboso. Inoltre, al fine di evitare il deterioramento del terreno in caso di piogge intense, i campi vengono cosparsi con una specifica sabbia che penetra nel suolo e permette un miglior drenaggio dell’acqua.
«Ci troviamo in una zona particolare, situata vicino al lago e alle Bolle di Magadino, il rispetto dell’ambiente è molto importante» afferma Mauro Matasci. Per questo motivo al CST i prati subiscono uno specifico trattamento con concime e prodotti biologici al fine di garantire un manto erboso di ottima qualità nel totale rispetto dei parametri ecologici. 

campi da fifa
Foto: Ralph Heksch

Un parco veicoli invidiabile
Solo per la cura dei campi il CST dispone di sette macchinari diversi. «Per ogni tipo di trattamento abbiamo un macchinario specifico» afferma Mauro Matasci. «Il nostro parco veicoli è all’avanguardia, disponiamo infatti anche di una falciatrice con lame elicoidali dotata di un segnalatore GPS». Questo sistema guida il macchinario in modo rettilineo nel taglio dell’erba con un margine di errore di solo un centimetro e mezzo. Mauro Matasci: «grazie a questa falciatrice eseguiamo un taglio e una piegatura dell’erba perfettamente perpendicolari alla lunghezza del campo da calcio. Con questo otteniamo delle strisce d’erba più chiare e più scure dalla larghezza standard di 5.5 metri, proprio come quelle presenti nei migliori campi da calcio del mondo».  Un altro strumento di ultima generazione è quello utilizzato per marcare le linee dei campi: è dotato di un sistema di guida al laser che permette di tracciare delle righe perfettamente dritte. 

Grandi soddisfazioni
Il risultato di una cura così meticolosa sono dei campi da calcio che, a detta dei numerosi allenatori che fanno tappa al CST, sono tra i migliori a livello nazionale. Ne è la prova la reazione avuta dai giocatori della nazionale di calcio tedesca under 20 presenti al CST nel mese di maggio 2016. Giunti a bordo campo, si sono fermati a guardare il manto erboso e hanno chiesto a Mauro Matasci il permesso di calpestare l’erba. Per lui grandi soddisfazioni che ricompensano gli sforzi compiuti. 

Testo: Dedrik Bollati


Mauro Matsci Responsabile impianti esterni
Tel.
+41 58 468 61 55

E-Mail

Mauro Matsci

Responsabile impianti esterni