print preview

Il Tour si prepara a Tenero

Ticino Cycling si allena due volte a settimana a Tenero. Abbiamo chiesto al suo presidente Rubens Bertogliati quali sono i vantaggi di far capo alle strutture del CST.

ticino_cycling
Foto: Ralph Heksch

Ticino cycling è una bella realtà: cosa puoi dirci a riguardo?
Ticino cycling comprende 13 club e circa 500 soci. Vi sono 100 corridori attivi nelle categorie scolari (fino agli under 15) e 40 corridori nelle categorie superiori. Durante il 2016 abbiamo partecipato a diverse competizioni internazionali e nazionali. In particolar modo abbiamo ottenuto buoni piazzamenti nelle prove degli europei di Graz in MTB U15/U17 e nelle altre gare internazionali come il GP di Ruebliland U19 e il Radjugentour U17 su strada. 

Avete al vostro interno dei giovani di buone speranze?
Il nostro sportivo di punta è Filippo Colombo, il quale ha ottenuto la medaglia di bronzo ai campionati svizzeri di MTB ed è così stato selezionato per i campionati del mondo, dove ha conseguito il terzo posto con la squadra Svizzera nella prova del Team Relay. 

Per preparare al meglio i vostri talenti di cosa avete bisogno a livello di infrastrutture?
Il ciclismo si fa all’aperto e dunque non abbiamo bisogno di grandi infrastrutture. I ragazzi necessitano, a dipendenza della propria disciplina, la MTB o la bici da strada. Per gli allenamenti invernali usiamo spesso le palestre dove si possono fare attività alternative ed esercizi di forza. Il CST in tal senso ci offre un’ampia gamma di possibilità per allenarci: dalle palestre alla piscina, alle sale pesi e ai circuiti per MTB. Avere la possibilità di organizzare diversi tipi di allenamento in un solo posto è unico nel suo genere. 

Come si svolgono i vostri campi di allenamento al CST?
Un raduno al CST offre innanzitutto la possibilità di allenarsi in una zona molto bella e adatta alle uscite su due ruote. La struttura permette di integrare le uscite in bici con molte altre attività. I pasti sono studiati appositamente per gli sportivi e questo è importantissimo ai fini di una buona preparazione. Seguire un campo di allenamento al CST vuol dire poter alternare allenamenti pratici ad approfondimenti di teoria sulla pratica sportiva. Unendo questi due aspetti l’offerta formativa per i ragazzi è completa. 

Quale è il sogno nel cassetto per la vostra associazione?
Un velodromo coperto in Ticino ci aiuterebbe molto a sviluppare ulteriormente la nostra attività e a organizzare eventi ciclistici di portata internazionale. Una struttura del genere offrirebbe dei vantaggi importanti soprattutto nei mesi invernali.

 

Aprile 2017  

 

 


Rubens Bertogliati Ticino cycling

E-Mail