print preview

Rapporti annuali

impianti
Foto: CST/Massimo Pedrazzini

Nel 2020 le attività al Centro sportivo nazionale della gioventù Tenero CST hanno subito un brusco rallentamento a causa del coronavirus. La situazione pandemica si è ripercossa in modo particolarmente negativo su tutti i dati riguardanti l’affluenza:

−     566 corsi (-51.3% rispetto al 2019) con 14’003 partecipanti (-65.2%).
−     49’930 pernottamenti (-66.7%).
−     130’324 pasti serviti (-66.4%).
−     189’510 utilizzatori quotidiani (-56.2%).

Lo scoppio della pandemia del Coronavirus ha portato a una chiusura del CST dal 16 marzo al 10 maggio e alla conseguente soppressione di tutte le attività. In base alle decisioni del Consiglio federale, il Centro ha poi riaperto l’11 maggio unicamente per le attività di allenamento degli atleti dello sport di prestazione. I primi gruppi ad aver usufruito di questa opportunità sono state le federazioni di Swiss Aquatics e di Swiss Ski. Per poter accedere al Centro ogni gruppo ha dovuto presentare un piano di protezione e seguire scrupolosamente il concetto di sicurezza elaborato dal CST. Esso prevedeva il rispetto delle seguenti regole: evitare l’incrocio tra i gruppi, mantenere le distanze fisiche, indossare la mascherina (salvo durante le attività sportive), lavarsi e disinfettare regolarmente le mani.
A partire dal 6 giugno il Consiglio federale ha successivamente consentito la pratica di tutte le discipline sportive, senza limitazioni relative alla grandezza dei gruppi. In quei giorni, il CST è tornato a colorarsi di giovani entusiasti di praticare il loro hobby preferito. Per garantire il rispetto delle misure di protezione, il Centro ha elaborato un preciso piano di protezione con un’occupazione massima limitata alla metà e con specifiche schede informative per i gruppi che soggiornavano negli ostelli e al campeggio, nonché per i gruppi senza alloggio. Il piano di occupazione degli alloggi e degli impianti è stato allestito in modo da evitare qualsiasi incrocio tra gruppi diversi. 
Parecchie federazioni sportive nazionali sono presenti stabilmente al CST con proprie strutture di formazione dello sport di prestazione o svolgono regolari campi di allenamento. In particolare, si tratta di Swiss Aquatics (con i quadri di nuoto, nuoto artistico, tuffi e pallanuoto), Swiss Athletics, Swiss Ski, Swiss Archery, Federazione svizzera di ginnastica, Swiss Fencing, Swiss Cycling, Swiss Triathlon.
Nel 2020 queste federazioni hanno apprezzato in particolar modo il CST per l’offerta di alloggi e impianti sportivi in cui potersi allenare nel pieno rispetto delle misure di protezione.   

Le finanze
La diminuzione dell'occupazione dovuta alla pandemia abbinata allo svolgimento di tutti i compiti, fra cui la direzione operativa della sede di Andermatt, ha causato un importante crollo dell’entrate che coincide con un  conseguente peggioramento del risultato economico. Nel 2020 si registrano 13.2 milioni di franchi di uscite e 4 milioni di entrate.
A queste entrate/uscite si aggiungono circa 12 milioni di altri costi come affitto e ammortamenti, ciò che corrisponde a un grado di copertura del 15.9%.

Eventi sportivi e attività di formazione
La pandemia di Covid-19 ha provocato l’annullamento di numerose manifestazioni sportive, come i Campionati svizzeri di sport universitari, il Meeting internazionale di nuoto del Verbano, la Scool Cup di corsa d’orientamento, i Campionati svizzeri di pallavolo della FSG e le Giornate sportive nazionali Procap.
Il campo “Tutti i talenti a Tenero” si è tenuto solo nell’edizione autunnale e in una nuova configurazione. La settimana è stata suddivisa in due tranche di tre giorni ciascuna in modo tale da ospitare i quadri nazionali giovanili nel pieno rispetto delle misure di protezione.
Il CST ha avuto l’onore di ospitare la settimana introduttiva del primo Master in medicina umana dell’Università della Svizzera italiana. I 48 aspiranti medici hanno ricevuto informazioni dettagliate sui contenuti di questa nuova offerta formativa e hanno partecipato a diversi workshop e momenti di team building nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

 


Sede di Andermatt
Ad Andermatt e a Realp, il CST assicura la gestione della logistica e della foresteria per lo svolgimento dei corsi di formazione negli sport sulla neve dell’UFSPO. Inoltre dal 2018 ha ripreso i compiti dell’organizzazione dell’esercito “Armee Sportstützpunkt Andermatt – ASSA”, mettendo a disposizione le condizioni ideali per lo svolgimento di campi di allenamento di federazioni sportive nazionali, in particolare Swiss Ski per il biathlon e Swiss Sliding per il bob.
Nel 2020 le infrastrutture di Andermatt hanno ospitato numerosi atleti e gruppi nel pieno rispetto delle misure di protezione. Nei mesi scorsi è stato deciso che la gestione della sede di Andermatt e Realp da parte dell’UFSPO/CST proseguirà anche dopo le Universiadi invernali che si svolgeranno nella Svizzera centrale nel dicembre del 2021.

Rifacimento del campo di skater hockey
Il CST ha ristrutturato il campo Ghiridone adeguandolo agli standard necessari per una pratica ottimale dello skater hockey. Come altre infrastrutture del centro, il Ghiridone è un impianto multiuso perché si presta anche alla pratica del roller hockey e dell’unihockey. In caso di eventi particolari, la struttura può essere dotata di una copertura provvisoria.

Ristrutturazione della palestra Vacchini
Da alcuni anni gli ospiti del CST usufruiscono di un impianto sportivo ubicato nel comune di Losone. Nei mesi scorsi la palestra Vacchini ha goduto di importanti lavori di ristrutturazione e ora si presenta in tutto il suo splendore. L’impianto ha un valore architettonico di pregio perché è tra le più importanti opere realizzate dall’architetto locarnese Livio Vacchini.
La palestra doppia dispone di una pavimentazione in poliuretano e di un’illuminazione LED che riduce lo spreco energetico e migliora così la sostenibilità ambientale. Essa è stata dotata di una tenda di separazione scorrevole che permette di suddividerla in due parti. La presenza di tribune smontabili è apprezzata in occasione dello svolgimento di eventi sportivi aperti al pubblico. Nella fase di ristrutturazione sono stati aggiunti due nuovi spogliatoi che riprendono lo stile originale voluto dall’architetto. Inoltre sono state sostituite le tende di protezione solare.

Quarta tappa d’ampliamento
A un anno dall’apertura del cantiere, inizia a prendere forma la costruzione della cosiddetta quarta tappa d’ampliamento. Nei primi mesi sono stati eseguiti i lavori preliminari di sottostruttura e successivamente, da inizio estate, è iniziata l’edificazione strutturale “grezza” dell’edificio che, attualmente, è giunta al completamento del primo piano.
Il nuovo edificio conterrà gli uffici amministrativi, una palestra doppia per la ginnastica artistica/attrezzistica, una mensa con 400 pasti, 15 sale di teoria e una sala auditorio.
I lavori contemplano anche il completamento della sistemazione superficiale esterna con l’ampliamento dell’attuale parcheggio (incluso la futura nuova entrata principale del centro) e l’ultimazione dell’area antistante la stecca del campeggio con l’aggiunta di ulteriori tende. 
Con un investimento di circa CHF 45 milioni la Confederazione conferma il proprio sostegno alla promozione dello sport giovanile e ribadisce l’importante ruolo del CST quale luogo privilegiato di educazione allo sport e di incontro della gioventù svizzera. L’inaugurazione è prevista nella primavera del 2023.

Bixio Caprara, Dir. CST
Gennaio 2021

 

 


Centro sportivo nazionale della gioventù Via Brere
CH-6598 Tenero
Tel.
+41 58 468 61 11
Fax
+41 58 468 61 02

E-Mail


Ricevimento

Tutti i giorni dalle 08.00 alle 18.00.

Possibile limitazione degli orari nei weekend tra novembre e febbraio.

Download